Skip navigation

Un’interpretazione relazionale della performance individuale [A relational aprroach to individual performance]

Un’interpretazione relazionale della performance individuale [A relational aprroach to individual performance]

Torlò, Vanina and Profili, Silvia (2005) Un’interpretazione relazionale della performance individuale [A relational aprroach to individual performance]. In: Bodega, Domenico, (ed.) Organizzare a misura d’uomo (Organising on a human scale). McGraw Hill, Milan, Italy, pp. 207-218. ISBN 9788838662683

Full text not available from this repository.

Abstract

L’osservazione e la misurazione della performance ha da sempre stimolato l’attenzione degli studiosi nelle discipline organizzative. Gran parte dei contributi diretti a spiegare la performance a livello organizzativo, di gruppo ed individuale ha privilegiato l'utilizzo di un approccio attributivo, in cui l'analisi si concentra sul raggruppamento delle unità in categorie definite sulla base di attributi. Più raramente questi studi hanno fornito una spiegazione della performance che fosse basata sull’analisi delle relazioni che legano gli attori, seguendo un approccio relazionale allo studio dei fenomeni sociali ed organizzativi. La scelta di questo approccio muove dalla considerazione che gli attori sociali sono tra loro interdipendenti piuttosto che unità autonome dotate di preferenze esogene ed immutabili (Lomi, 1997). Di conseguenza, per spiegare le loro scelte ed il loro comportamento all'interno delle organizzazioni, è necessario ricostruire la struttura relazionale nella quale sono inseriti. L'embeddedness dell'azione economica nel tessuto di relazioni sociali rende necessaria l'analisi dell'influenza che tali relazioni esercitano sul comportamento individuale, di gruppo ed organizzativo (Granovetter, 1985; Uzzi, 1997). L’idea che il comportamento degli attori sociali non sia spiegabile solo dalle loro caratteristiche attributive ma anche dalla struttura di relazioni intrattenute dall’attore è alla base di questo contributo, diretto a spiegare i differenziali di performance a livello individuale nell’ambito di un contesto formativo, rappresentato dagli allievi di un’aula MBA (Master in Business Administration). Il lavoro, in particolare, si pone un triplice obiettivo: consolidare ed estendere le precedenti ricerche dirette a verificare empiricamente l’esistenza di una base relazionale per la spiegazione del comportamento e della performance individuale; fornire una operazionalizzazione dei differenti network relazionali che possono avere un impatto positivo sul successo individuale nell’ambito di un’aula MBA; infine, fornire delle indicazioni circa il ruolo del network relazionale nei processi di apprendimento individuale, più spesso spiegati in termini di caratteristiche individuali piuttosto che di proprietà relazionali.

Item Type: Book Section
Uncontrolled Keywords: social network, individual performance
Subjects: H Social Sciences > HD Industries. Land use. Labor
Faculty / Department / Research Group: Faculty of Business > Centre for Business Network Analysis
Faculty of Business > Department of Systems Management & Strategy
Related URLs:
Last Modified: 14 Oct 2016 09:18
Selected for GREAT 2016: None
Selected for GREAT 2017: None
Selected for GREAT 2018: None
Selected for GREAT 2019: None
URI: http://gala.gre.ac.uk/id/eprint/7433

Actions (login required)

View Item View Item